La pesca responsabile è la base della nostra cucina

Ecco perchè mangiare pesce fa bene
22 Luglio 2019
Sostenibile è la pesca che preleva dal mare solo ciò che serve, senza sprechi e utilizzando attrezzi artigianali e che hanno un basso impatto sull'ambiente e la fauna marina. È quella pesca che considera il mare e le sue risorse un bene comune, da tutelare anche per le generazioni future.

Tantissimi pescatori operano in questo modo, sono piccole imprese familiari che pescano nel rispetto delle regole e contribuiscono allo sviluppo delle comunità costiere che dipendono dalla salute del mare.

Il Brigantino utilizza esclusivamente pesce prelevato dal mare con queste attrezzature, nel rispetto della natura e delle sue risorse.
METODI ARTIGIANALI E A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
NASSA

Antico attrezzo a forma di imbuto o gabbia che viene calato a mano e intrappola il pesce grazie a un’esca. Artigianale e selettivo: eventuali catture indesiderate o esemplari sotto-taglia possono essere rilasciati vivi in mare.
RETE DA IMBROCCO

Rete fissa artigianale, molto diffusa nel Mediterraneo con varie tipologie. Può essere formata da un’unica pezza di rete (reti da imbrocco) o da tre pezze di rete sovrapposte (tremaglio) in cui restano impigliate molte varietà di pesce, soprattutto quelle che vivono vicino al fondale, come sogliole, scorfani, seppie, cefali.
PALANGARO DI FONDO

È composto da un insieme di ami collegati a un sostegno e calati in prossimità del fondale per la pesca di fondo. Contrariamente al palangaro derivante - utilizzato per la cattura di grandi pelagici - il palangaro di fondo, se correttamente usato, è piuttosto sostenibile.
RETE A CIRCUIZIONE

E' chiamata anche cianciolo. Una potente sorgente di luce (lampara) attira i pesci che formano un “banco” che viene circondato dalla rete. Se usato correttamente è un attrezzo selettivo per la cattura soprattutto di pesce azzurro (sgombri, sardine e acciughe).